Biennale di Scultura di Roma

 

Home » Artisti » Bombardieri

Rassegna internazionale di scultura di Roma 1^ edizione

Stefano Bombardieri

Nasce a Brescia il 28 gennaio 1968. Cresce nello studio del padre anch’esso scultore, dove apprende le tecniche artistiche e sperimenta l’uso dei materiali acquisendone una conoscenza approfondita.?Il suo è stato inizialmente un approccio figurativo con la scultura, influenzato dai grandi maestri del Novecento.?Successivamente la ricerca si è evoluta sperimentando un orientamento più filosofico al fare arte: “il tempo e la sua percezione”, “l’esperienza del dolore nella cultura occidentale”. Il suo lavoro parte dalla realtà per giungere a immaginare universi fantastici, mondi interiori. Accanto ad opere di matrice iperrealista ritroviamo espressioni legate all’arte povera, al minimalismo, alla video-installazione, alla ricerca concettuale. Dagli anni Novanta realizza in prevalenza opere di grandi dimensioni per spazi pubblici e privati, affermandosi in Italia, Francia e Germania. Ha partecipato alla 52° Biennale di Venezia ospite del Padiglione della Repubblica Araba Siriana con l’opera “Europa Pallida Madre” installata presso il Chiostro di San Francesco della Vigna, riproducendo in grandezza naturale la Colonna e il Leone di piazza San Marco, simulandone la caduta. Attento ai temi ambientali, Bombardieri con cruda forza attraverso alcune sue opere in vetroresina sintettizza quel countdown che scandisce in tempo reale il numero degli animali ancora in vita sul pianeta. Ippopotami, rinoceronti, elefanti, gorilla, creature empatiche con le quali lo spettatore entra immediatamente in rapporto, salvo poi fermarsi a riflettere sulla realtà che l’artista vuole rimarcare.