Biennale di Scultura di Roma

 

Home » Artisti » Crocetti

Rassegna internazionale di scultura di Roma 1^ edizione

Venanzo Crocetti

Le potenzialità artistiche di Venanzo Crocetti si evidenziarono fin dalla fanciullezza, quando all’età di cinque anni disegnò le pareti della sua abitazione con il carbone. Frequentando le scuole elementari, mise in risalto l'innata bravura nel disegno. Nel 1928, dopo alcuni anni difficili, si trasferì a Roma, riuscendo ad attenuare le difficoltà economiche dopo le gravi vicende famigliari.

Il suo nome cominciò a essere sempre più conosciuto mentre le sue opere, di pari passo, andavano crescendo di valore. A vent’anni, grazie al premio assegnatogli dalla Galleria Nazionale di Firenze, fu invitato a partecipare alla Biennale di Venezia del 1934. Nel 1946, a soli 33 anni, gli fu affidata la cattedra di scultura in seno all’Accademia di belle arti di Venezia. Nel 1956, si trasferì a Firenze, dove aveva vinto il concorso per la cattedra di scultura nell'Accademia. Nel 1965, concluse il lavoro (durato alcuni anni) per la “Porta dei Sacramenti” nella Basilica di San Pietro in Vaticano, opera inaugurata da Papa Paolo VI, il 12 settembre 1965.

Mantenne la presenza nelle più importanti mostre e manifestazioni artistiche in Italia, ma espose anche nella Mostra d’Arte Italiana di Parigi. In continua crescita, la sua fama raggiunse un livello internazionale. Molti suoi lavori furono esportati all'estero, molti dei quali in Giappone dove espose in varie mostre.

Guarda le opere